Al via la legge contro i doppi vitalizi. Un milione di risparmio

La busta paga di 26 ex consigieri regionali, divenuti nel frattempo parlamentari, a fine mese, sarà più leggera. Sì, perché da venerdì 1 gennaio è scattata la legge regionale che impedisce agli ex consiglieri divenuti parlamentari di usufruire anche del vitalizio della Regione Toscana. La legge regionale n.74 pubblicata l’11 dicembre scorso impedisce il cumulo dei vitalizi. Tra i colpiti dalla legge ci sono, ad esempio, l’ex ministro Lelio Lagorio, Piero Angelini, Giuseppe Matulli, l’ex presidente della Regione Claudio Martini, l’ex tesoriere di Forza Italia Maurizio Bianconi, l’ex senatore Stefano Passigli, Riccardo Nencini e Roberto Barzanti. L’ex segretario del consiglio regionale Alberto Chellini, in un articolo per Toscana24-Il Sole 24 ore, prevede che a regime, “al netto delle restituzione agli interessati dei contributi versati (circa 300mila euro per il 2016-2017 e presumibilmente altri 560 mila nel 2018), il risparmio effettivo per il bilancio regionale si attesterà al di sopra dei 930mila euro”.

Un bel risparmio, ma già si annunciano i ricorsi contro la legge da parte di alcuni degli ex consiglieri.