Animali. Il giusto richiamo di papa Francesco.

Ho trovato davvero fuori luogo le reazioni critiche alle parole del papa sugli animali. Fuori luogo e ingiuste. Sì, ingiuste perché papa Francesco un anno fa, proprio in questo periodo, ha promulgato una grandiosa enciclica sull’ambiente, il creato e quanti lo abitano a cominciare dagli uomini e dagli animali.

Il richiamo del papa è sacrosanto: c’è chi spende tutto il suo amore e i soldi per gli animali e poi se ne frega della vecchietta della porta accanto con il frigorifero vuoto. Nella visione del papa “francescano” uomini, animali e piante fanno parte del creato di Dio.  Ci deve essere armonia, non contrapposizione.

Da tre anni ho una cagnolina, si chiama Bella. Non la volevo, ma ora mi ci sono affezionato, e dirò che la Bella ha affinato la mia spiritualità. Amare gli animali e le piante deve e può aiutarci ad amare di più e meglio gli uomini. A volte questo succede: tra i miei amici “canai” c’è gente impegnata nel sociale, sensibili verso gli altri, persone generose e buone. A volte però non succede: si amano i cani e si detestano gli uomini  o si è indifferenti verso gli altri.

You may also like...