Ballottaggi in Toscana. Quanto rischia Renzi

Nel Pd si scommette. Tre a zero? Due a uno? In questo caso i dirigenti regionali del Pd firmerebbero subito. La scommessa riguarda l’esito dei ballottaggi nelle tre principali città in cui si vota: Carrara, Lucca e Pistoia. L’en plein, cioè in pratica la conferma del centrosinistra alla guida delle tre città, è ritenuto un risultato eccezionale. Un po’ come fare bingo. La conferma in due città e la sconfitta nella terza  è ritenuta un buon risultato. La maggiore indiziata a cambiare colore politico  è Carrara dove il candidato del M5S Francesco De Pasquale al primo turno ha superato quello del Pd, Andrea Zanetti (27,27 contro il 25,28).  Terzo incomodo Andrea Vannucci, ex assessore all’urbanistica nella giunta Zubbani, esponente del Pd uscito dal partito per aderire a Articolo 1-Mpd. Al primo turno ha conquistato il 15,16. Appena dieci voti percentuale in meno del candidato ufficiale Zanetti, designato dal commissario, l’ex sindaco di Piombino Gianni Anselmi.

Fin qui il Pd gongola o comunque non si dispera. La disperazione scatterà se si dovesse passare al due a uno rovesciato: cioè conferma in una sola città e perdita delle altre due. Dopo Carrara anche Lucca è in bilico, come ha raccontato con puntualità Marco Innocenti. Qui il sindaco uscente Alessando Tambellini ha solo 4 punti di vantaggio rispetto all’avversario Remo Santini, candidato del centrodestra. Più sicura per il Pd sembra Pistoia. Dove  il sindaco uscente Samuele Bertinelli si è fermato al 37,1% ma con dieci punti in più dello sfidante Alessandro Tomasi, centrodestra.

Ma come si sa i ballottaggi sono un’altra partita rispetto al primo turno. E il Pd ha tutto da perdere perché guidava tutte e tre le città.. Prima dell’avvento di Renzi alla segreteria del Pd solo Prato era di centrodestra (nel frattempo è tornata al Pd). Oggi le città capoluogo di provincia non più rosse sono Livorno, Grosseto e Arezzo. Anche la sola aggiunta di una città porterebbe ad un equilibro di 6 città capoluogo di sinistra e 4 no. Una Toscana mai vista. Sempre meno rossa. Se poi anziché una sola città, poniamo Carrara, si dovesse aggiungere anche Lucca o Pistoia sarebbe un flop clamoroso per il Pd. Soprattutto lungo la costa se fosse il Pd di Lucca a perdere la guida del comune. Insomma il ballottaggio del 25 giugno si annuncia fondamentale per il futuro del Pd renziano.