Livorno che si sveglia metta in campo Mascagni

Bellissimo ed emozionante il concerto in Duomo per l’anniversario dell’alluvione di Livorno. Posti esauriti, ottimi esecutori, entusiasmo. E la musica, la potenza e la forza di pezzi trascinanti! Alcuni facevano parte della produzione di Pietro Mascagni, uno dei personaggi di maggior rilievo della storia recente della città. Grandioso, per esempio, il suo “Inneggiamo, il Signore non è morto” dalla Cavalleria rusticana.
E allora mi chiedo: perché non promuovere ogni anno 2-3 appuntamenti per un “Omaggio a Mascagni” sulla Terrazza a lui intitolata? Musica in faccia al mare, al calasole o in notturna, in uno scenario affascinante…E perché non arricchire la Terrazza con un impianto di diffusione di musica mascagnana come in certi bellissimi parchi francesi? Immaginate l’emozione dell’”Inno al sole” ascoltato passeggiando davanti alla Vegliaia?
Livorno pian piano si sta svegliando: Effetto Venezia, Cacciucco pride, Festival della musica, Festival dell’umorismo, Scenari di quartiere, presto finalmente una grande mostra per Modigliani…E’ l’ora di far scendere in campo anche la musica di Mascagni.

atoscana

Qui vanno le info biografiche dell'Autore