Lucart-Trenitalia, accordo vicino sul trasporto della carta su rotaia

Se Trenitalia farà marcia indietro sull’aumento del 10-15% del costo del trasporto merci, andrà avanti il progetto Lucart, uno dei gruppi cartari più grandi d’Europa, per trasferire su rotaia parte del trasporto della produzione, togliendo dalle strade tanti Tir assai più inquinanti dei treni.

L’accordo pare vicino, come spiega l’azienda in una nota emessa dopo l’incontro di giovedì 28 gennaio con i vertici di Trenitalia. Dice la nota:

“Si è svolto, in un clima positivo e disteso, l’incontro tra Lucart – nella persona dell’ Ing.Giovanni Illibato, Direttore Supply Chain Lucart Group – e Trenitalia Cargo – rappresentata dal Dott. Francesco Lugli, Responsabile divisione vendite Cargo; Dott. Fabio Consolo, Responsabile Vendite Cargo materie prime e consumo; Dott.ssa Annalisa Gentile, Sales manager Trenitalia Cargo.

L’incontro è stato l’occasione per illustrare ai vertici di Trenitalia Cargo l’innovativo progetto di “mobilità sostenibile” Lucart e i conseguenti benefici ambientali ed economici, e per discutere l’aumento dei costi di trasporto su rotaia deciso da Trenitalia.

La soluzione logistica di Lucart, coinvolge il raccordo ferroviario interno allo stabilimento di Diecimo, già attivo da qualche anno per il trasferimento del prodotto finito e prevede di incrementare l’uso commerciale ed industriale della linea ferroviaria Livorno-Lucca-Aulla anche per l’approvvigionamento della materia prima. Oltre a questo primo obiettivo, il progetto include la riattivazione dello scalo ferroviario di Castelnuovo di Garfagnana chiuso da più di venti anni, permettendo una riduzione complessiva del traffico pesante lungo la circonvallazione di Lucca e nella zona della Valle del Serchio. Trenitalia ha compreso l’importanza del progetto di Lucart e si è resa disponibile a rivedere la propria offerta ed a presentare a breve una nuova proposta”.
“Siamo felici  di avere avuto la possibilità di illustrare ai vertici di Trenitalia Cargo l’importanza del nostro progetto di mobilità sostenibile – afferma Giovanni Illibato, Direttore Supply Chain Lucart Group –. Attendiamo fiduciosi una proposta adeguata per continuare a lavorare al raggiungimento dell’obiettivo di togliere dalle strade fino a 2500 Tir l’anno, riducendo del 75% la CO2 emessa in atmosfera” .

You may also like...