Nave incagliata sulla costa livornese, folla a seguire le operazioni, tra battute e tuffi

Sono dovuti intervenire i Vigili Urbani per convincere una irriducibile del “bagno-in-mare-anche-a gennaio” a non calarsi in acqua esattamente dove si trova incagliata dalla mattina di oggi venerdì 13 una nave mercantile di 128 metri, la Sigma, un cargo battente bandiera liberiana.
Seriamente intenzionata a farsi un selfie in bikini con tanto di selfie-stick, la livornese se n’è andata malvolentieri dal Gabbiano, piattaforma per bagnanti che si trova alla Rotonda d’Ardenza.
Prima di lei un signore in slip blu aveva sguazzato imperturbabile a pochi metri dal cargo, del tutto disinteressato a eventuali pericoli, con la gente sulla spalletta a fare il tifo. Così tanta gente, anzi, nonostante il vento e la pioggia, che il traffico sul lungomare è stato rallentato per un bel po’.
La nave, che si trovava alla fonda nella rada livornese, si è con ogni probabilità disancorata a causa delle forti raffiche di vento. Il mare agitato e il forte vento l’hanno spinta poi sotto costa dove si è appunto incagliata sul fondale roccioso.
Le operazioni di messa in sicurezza, coordinate dalla Capitaneria di Porto, non sono rapide né agevoli.
I mezzi nautici della Guardia costiera non sono riusciti finora a liberare lo scafo e consentire al mercantile, sul quale si trovano 18 persone di equipaggio, la ripresa della navigazione.
Anche se a riva più che altro si sprecano le battute sul cargo battente bandiera liberiana, ricordando un personaggio di Verdone, Manuel Fantoni, o si fanno associazioni con la tragedia del Concordia (di cui proprio oggi è l’anniversario), il timore è che il mezzo resti a lungo come la Venus che si incagliò nel 2002 a Castiglioncello e solo dopo anni fu smantellata pezzo per pezzo.
La nave Sigma non ha a bordo merce ma c’è il timore di sversamenti di carburante. Per questo anche la Protezione Civile del Comune sta monitorando la situazione per intervenire eventualmente in tempo reale per prevenire contaminazioni dell’ambiente.